SMVC TI – Sicurezza e incidenti strada (26.01.2020)

Reportage: Marco Bernasconi
Immagini: Stefano Coratelli

STAGIONE 2020: chi ben comincia…      26 gennaio 2020

Il primo appuntamento della stagione, ideato dal nostro vice-presidente Bernard Aschwanden, è stato caratterizzato da una folta partecipazione e da un pubblico oltremodo attento, grazie ai temi di quotidiana attualità. I concetti di SICUREZZA NELLA CIRCOLAZIONE STRADALE E CONSEGUENZE DI INCIDENTI
sono stati sviluppati in modo chiaro dall’ing. Massimo Dalessi, perito ed esperto della materia che ha introdotto e spiegato con diverse diapositive e sequenze.

Molto significativa la parte relativa alle forze in gioco, la cui origine deriva dal concetto fisico di energia: enorme quella impiegata per portare un veicolo pesante alcune tonnellate ad una certa velocità, e che viene violentemente dissipata in una frazione di secondo in caso di collisione. E poi ancora le conseguenze dei carichi non fissati (compresi i passeggeri) e dell’uso indiscriminato di telefonini durante la guida per leggere e comporre messaggi, attività estremamente pericolosa e non contrastata a dovere dai costruttori né dal legislatore.

Di particolare interesse è la circolazione con i nostri veicoli d’epoca, i più vecchi sprovvisti di misure passive: quelli che ancora dispongono di un telaio sono piuttosto rigidi, e in caso di collisione la sollecitazione sugli occupanti risulta molto elevata. Il consiglio che scaturisce da queste considerazioni è di adottare uno stile di guida predittiva, cioè prevedere in base alla propria esperienza ciò che potrebbe succedere più avanti, in modo da dosare convenientemente l’energia spesa per accelerare in funzione di quella che poi sarà dissipata frenando o, peggio, in caso di collisione. In altre parole: fermarsi in tempo è sempre responsabilità del conducente.

La seconda parte della serata è stata dedicata ad una breve presentazione della FIVA – Federazione internazionale veicoli d’epoca, di cui SMVC è membro fondatore – da parte del nostro socio e ispettore Stefano Coratelli, che ha fornito una panoramica sulla Federazione e sulle procedure – a volte complesse – per certificare un veicolo, con relativi vantaggi. Infine tutti i partecipanti hanno potuto godere di un ricco aperitivo offerto dal Club con i pregiati vini di Stefano Graidi, socializzare e conoscere nuovi soci e interessati.

 


Un momento della presentazione dell’ing. Dalessi nella sala del Consiglio comunale di Mezzovico-Vira

Marco Bernasconi

 

 

Schreiben Sie einen Kommentar

Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.